martedė 15 settembre 2015

David Gilmour all'Arena di Verona, tra classici dei Pink Floyd e "Rattle That Lock"

di Redazione

David Gilmour all'Arena di Verona, tra classici dei Pink Floyd e "Rattle That Lock"

David Gilmour non suonava all'Arena di Verona dal maggio '89. Allora era con i Pink Floyd, questa volta invece l'occasione č stata data dalla prima delle due date italiane del tour partito per promuovere il suo ultimo disco solista "Rattle That Lock", in uscita il 18 settembre. Il musicista ha alternato i brani inediti ai classici della storia floydiana.

Al fianco di Gilmour una band di mostri sacri, dal chitarrista Phil Manzanera (ex Roxy Music), a Guy Pratt al basso, fino al fidato tastierista Jon Carin, scelto anche da Roger Waters per i tour di "The Wall" degli ultimi anni.

I nuovi pezzi e il repertorio storico dei Pink Floyd si sono intrecciati e, a rendere lo show memorabile, ci hanno pensato l'impianto scenico e le luci, che hanno reso famosa negli anni la band di "The Dark Side Of The Moon".


Proprio dal leggendario album del 1973 e dal successivo "Wish You Were Here" del '75 (che ha compiuto 40 anni dalla pubblicazione il 12 settembre), Gilmour ha ripescato i brani per il pubblico italiano. In scaletta "Shine On You Crazy Diamond", dedicata allo storico fondatore Syd Barret, "Breathe", "Time", "Us And Them", il riff di basso di "Money" e l'acustica "Wish You Were Here". Ecco la scaletta del concerto.


  • 5 A.M.;

  • Rattle That Lock;

  • Faces of Stone;

  • Wish You Were Here;

  • A Boat Lies Waiting;

  • The Blue;

  • Money;

  • Us and Them;

  • In Any Tongue;

  • High Hopes;

  • Astronomy Domine;

  • Shine On You Crazy Diamond (Parts I-V);

  • Fat Old Sun;

  • On an Island;

  • The Girl in the Yellow Dress;

  • Today;

  • Sorrow;

  • Run Like Hell;

  • Time;

  • Breathe (Reprise);

  • Comfortably Numb.

Questa pagina č stata visualizzata 1525 volte

Bookmark and Share