Fronte Popolare per la Musica Libera "Liberalarte! 2" (Rock)

Fronte Popolare per la Musica Libera - Liberalarte! 2

Per visualizzare correttamente e completamente questa pagina, necessario installare una versione aggiornata del Flash Player di Adobe.

I files sono stati pubblicati con l'esplicito consenso da parte degli autori

"Liberalarte! 2" un disco "sperimentale", realizzato grazie alle forze del Fronte Popolare per la Musica Libera, della sua webradiolibera "Radiattiva" e del prezioso contributo dell''Associazione "Linux Club Italia".
Si tratta di una compilation composta da 17 interventi, frutto di un''autoproduzione associata dei vari artisti che la animano.
Questa autoproduzione si basa sul principio cooperativo, vero punto di forza di tutto il progetto frontista che alle sue spalle.

Il Fronte Popolare per la Musica Libera, infatti, si batte per sperimentare concretamente forme diverse e sostenibili di produzione e diffusione della cultura, che poggino sulla cooperazione di base degli artisti e che mirino a ribilanciare i rapporti tra mercato ed arte, a favore di quest''ultima.

"Liberalarte! 2", inoltre, stata rilasciata con delle licenze sperimentali "copyleft", denominate Creative Commons, che mirano a ricondurre all''autore di un''opera il diritto di decidere quali possano essere i limiti e le modalit della diffusione di questa opera. Chi acquista questo CD, quindi libero di "riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire o recitare l''opera", come espressamente citato nella licenza in questione.

"Liberalarte! 2" un CD audio originale a tutti gli effetti, dotato di regolare (e costoso) contrassegno SIAE, reso obbligatorio dalla legge.
Il suo costo, tuttavia, non di 21 euro, come avviene per i normali CD "originali", ma di soli 4 euro, a dimostrazione di come sia possibilissimo distribuire la cultura anche a prezzi accessibili.
"Liberalrte! 2" viene distribuita con lo stesso principio cooperativo che ne ha permesso la pubblicazione. Saranno gli stessi artisti, infatti, a diffonderne il progetto e il messaggio provando, anche in questo caso, a battere strade nuove o poco percorse nel tortuoso cammino che in questo paese porta alla diffusione della cultura.

Riteniamo che la battaglia per una cultura libera, indipendente, autogestita e "popolare" sia oggi un passaggio necessario per mantenere e sostenere (in questo nostro paese) un tessuto culturale e sociale dinamico, innovativo ed in grado di offrire e divulgare le riposte che il nostro tempo chiede. "Liberalarte", nel suo piccolo, un atto concreto, che inizia e finisce con una profonda coerenza.
Il suo esempio pu essere seguito da chiunque lo ritenga opportuno. Speriamo davvero che questo possa avvenire.
"L''arte non una merce".

Scheda su PianetaRock.it: no
Sito internet: http://www.fpml.it/
e-mail: no

Questa pagina stata visualizzata 2618 volte

Bookmark and Share