Event Horizon (Nu - progmetal)

Event Horizon La decisione di formare gli Event viene presa nell’estate del 1996 da quattro degli elementi che tuttora fanno parte del gruppo, precisamente Stefano Malacarne, il chitarrista solista, Mauro Boggioni, il bassista ed i fratelli Mario e Alessandro Baffondi, rispettivamente chitarrista ritmico e batterista. La formazione originale comprendeva anche Michele Fragnelli, allora alle tastiere. Il gruppo sceglie inizialmente di far cantare Stefano in modo da poter iniziare subito a comporre pezzi originali da presentare nei live. Il nome del quale la band decide di fregiarsi in quella prima incarnazione è Atmosfear.
Con questa formazione e l’aiuto di un amico alla seconda voce incidono il primo demo omonimo il quale riceve critiche entusiastiche permettendo ai ragazzi di ottenere un buon numero di date. Proprio grazie all’esperienza raggiunta attraverso questi concerti la band giunge alla conclusione di dover trovare qualcuno che ricopra esclusivamente il ruolo di cantante. Nel 1997 tramite un annuncio vengono in contatto con il loro primo vero singer: Alessandro Formenti. La sua incredibile voce permette al gruppo di fare il salto di qualità di cui si sentiva il bisogno.
Con questa nuova formazione sono composti in breve tempo altri brani che vengono subito registrati dando così luce al promo “Altered State” per il quale viene cambiato, su suggerimento del nuovo singer, anche il nome del gruppo. Nasce così l’attuale monicker “Event Horizon”.
Anche il nuovo lavoro ottiene ottimi consensi grazie al fatto che il gruppo comincia ad avere uno stile definito derivante dall'alchimia della band che intreccia in modo equilibrato vecchie e nuove sonorità dell’Heavy Metal alle influenze progressive di alcuni componenti del gruppo. In occasione di questa seconda pubblicazione viene anche rielaborato e migliorato qualche pezzo del precedente demo. La chitarra di Stefano si esprime ai massimi livelli, la sezione ritmica è compatta e ben strutturata, la voce è precisa e sicura nel suo incedere ed i lievi tocchi di tastiera di Michele sottolineano i momenti più intensi.
Dopo l’uscita del cd ricominciano i concerti, sempre più numerosi, che impegnano gli Event per tutto il '99 e per la prima parte del 2000; è proprio in sede live infatti che la band esprime al meglio le proprie potenzialità.
Alla fine di questa lunga serie di concerti la band decide di concentrarsi nuovamente sulla composizione di brani inediti ed è proprio in quell’anno che viene ultimato il nuovo Demo (From Beginning to End) attraverso il quale, grazie soprattutto alle accresciute capacità compositive, il gruppo ottiene ulteriori ottimi responsi anche all’estero.
A questo punto la band inizia a pensare al proprio debutto su più larga scala e nei primi mesi del 2002 viene finalmente pubblicato “Year: Zero”, il primo full length. Ormai gli Event hanno sviluppato appieno il proprio stile musicale ed in questo album ciò risulta perfettamente chiaro. Ogni strumento ha il suo posto nell’economia musicale del gruppo e la voce di Alessandro vola sugli strumenti creando atmosfere a volte cupe altre volte suadenti o malinconiche. A questo lavoro, grazie all’aiuto di Max Erranti, cameraman, regista, ma soprattutto amico e fan del gruppo, viene aggiunto il video di “Zero”, pezzo che viene scelto come singolo del disco.
Tutto questo lavoro viene alla fine premiato: il 13 ottobre del 2002 il gruppo viene infatti invitato a suonare in uno dei templi dell’Heavy-Metal Milanese: il Transilvania Live di Milano. Per creare enfasi sull’evento, inoltre, i fratelli Mario e Alessandro vengono invitati a rilasciare un’intervista a Radio Crystal durante la quale vengono presentati in anteprima brani tratti da Year Zero.
Nel febbraio del 2004 il gruppo apprende una triste notizia: il cantante Alessandro ed il tastierista Michele decidono di abbandonare il progetto. Dall’iniziale sconforto il gruppo trae nuovo slancio soprattutto grazie al contatto con Gianluigi Girardi, il quale proprio allora finiva la sua precedente esperienza musicale con i Soul Takers.
Questo cambiamento porta nuove idee all’interno del gruppo ed infatti nel giro di pochi mesi vengono registrati tre promo - cds con l’intento di presentare il nuovo cantante. Su questi nuovi lavori vengono presentati due dei brani appena composti (Biteded Again) e l’utimo dei tre porterà alla firma del contratto con la CRUZ DEL SUR che prevede la pubblicazione di due albums il primo dei quali in uscita entro la fine del 2005. Vengono inoltre fatti nuovi concerti in vari locali milanesi. I più importanti tra questi sono quello in cui si esibiscono di supporto agli Skylark, gruppo italiano ormai conosciutissimo anche all’estero e quello di supporto ai DGM altra band italiana molto apprezzata dal pubblico italiano ed estero.

Componenti: Alex Baffondi (batteria), Mauro Boggioni (basso), Mario Baffondi (chitarra), Gianlugi Girardi (voce)
Provenienza: Milano (MI - Lombardia)
Sito internet: http://www.eventhorizonband.com
e-mail: abaffondi[at]tiscali.it

  • Prossimi concerti:
  • nessun concerto in programma

Questa pagina è stata visualizzata 1566 volte

Bookmark and Share