Kerguelen (Thrash - death metal)

Kerguelen La storia dei Kerguelen inizia l'8 dicembre 2005 con l'incontro tra Eugenio Mininni (Chitarre Elettriche e Acustiche), Niccolo' (Voce, Chitarre Elettriche) e Tommaso (Batteria).
Da questo primo incontro scaturiscono molte idee riguardo il percorso da intraprendere.

Alla base di tutto c'è la voglia di divertirsi ma anche la seria e chiara volontà di costruire un'entità musicale solida per la quale risulta necessaria e indispensabile una sinergica operosità di tutti i membri del gruppo.
Per qualche settimana il nucleo originale dei Kerguelen va avanti come un trio privo di bassista coverizzando pezzi dei Metallica, Black Sabbath, Led Zeppelin, W.A. S. P., Bon Jovi. Intorno alla metà di Febbraio 2006 Eugenio contatta, tramite un portale heavy metal molto conosciuto nella scena metal fiorentina (l'SCMF), Andrea e Simone Gallerini (rispettivamente bassista e chitarrista) e la line up è completa (relegando Niccolò esclusivamente alla voce).
Il gruppo rinnova il proprio repertorio con cover dei Judas Priest, Ac/Dc e Slayer.

Intorno alla fine di marzo il gruppo, accusa un grave colpo: la defezione di Tommaso, dovuta a misteriose e inconoscibili motivazioni personali (tutt'ora sconosciute). Contemporaneamente anche Niccolò (Voce e Chitarre) abbandona il progetto a causa di divergenze musicali. Trascorrono mesi e mesi con il gruppo inattivo. Eugenio e Andrea monitorano la situazione con attenzione e cura, tappezzando Firenze di annunci ("Cercasi Batterista").

Così si giunge a fine maggio 2006 quando i tre (Eugenio, Andrea e Simone) accolgono nel gruppo Marco (Batteria), il quale, dimostrandosi uomo di elevate, indubbie, mirabili e indiscutibili qualità morali nonchè latore di saldi e rigorosi principi etici, dura la bellezza di 3 prove per poi sparire lasciando i nostri re eroi indebitati con una delle sala prove abitualmente frequentata. Nel frattempo Eugenio e Andrea entrano in contatto con Matteo (ex cantante dei Dannaster) che si inserisce in pianta stabile nel gruppo.

Arriva l'estate e, sbollita l'incazzatura con qualche dose eccessiva di alcool, Eugenio ed Andrea scrivono in poco meno di 2 mesi (tra Luglio e Agosto 2006) una decina di pezzi completi di partiture di Chitarre ritmiche e Soliste, Basso e Batteria. Nascono in questo periodo pezzi come "Angelo Decaduto", "Sofferenza", "Me(n)tal Toxin" e "Rising Up".

Nel Settembre 2006 Simone Gallerini lascia il gruppo per motivazioni legate ai pressanti impegni di lavoro.
L'autunno si prospetta come un periodo di intense attività per i futuri Kerguelen: vengono scritte le liriche di "Angelo Decaduto" e "Sofferenza" da Matteo in collaborazione con Eugenio e Andrea. Tra Ottobre e Dicembre si alternano alla batteria alcuni ragazzi (Diego, Luca, etc…) che non lasciano comunque segni tangibili nella memoria del gruppo (tanto da non ricordarne nemmeno i cognomi). Nel frattempo il gruppo (provvisoriamente composto da Eugenio, Matteo, Andrea) decide di darsi un nome: Sick Roses.

La pausa natalizia si rivela foriera di grandi novità in casa Sick Roses: poco prima di Natale Andrea riesce a contattare via Internet Alessandro Vannucchi, batterista pratese già attivo in varie formazioni power - thrash metal dell'underground fiorentino (Wind of Glory su tutte).

Alessandro si inserisce in pianta stabile nei Sick Roses riscrivendo la parte di batteria di "Angelo Decaduto" (modificandola rispetto a quella scritta da Eugenio). Il gruppo, partecipa a vari concerti e a contest musicali come il Rock Live Party organizzato dalla sala prove All Music. Il tempo pasa e i Sick Roses, su suggerimento di Andrea, rivedono tutte le canzoni da loro scritte, modificandole; Sofferenza, infatti, è la canzone che ha subito più cambiamenti essendo stata scritta ex-novo. Arrivo Giugno e i Sick Roses decidono di registrare una demo per potersi presentare nella scena Metal fiorentina e non solo.
Decidono all'ultimo anche di cambiare nome in Kerguelen dato il cambiamento che avverrà da settembre.

Difatti Matteo decide di lasciare il gruppo a causa dell'imminente impegno lavorativo e di studio che affronterà; grazie al suo "avvertimento" i Kerguelen iniziano a cercare un cantante, ricerca che è terminata nel mese di Novembre con "l'acquisto" di Gianluca Sanseverino (amichevolmente chiamato 66) e di Nikolas, sperimentando cosi due cantanti con doti opposte.

Componenti: Andrea (basso), Eugenio (chitarra), Alessandro (batteria), Gianluca (voce), Nikolas (voce), Simone (chitarra)
Provenienza: Firenze (FI - Toscana)
Sito internet: http://www.kerguelen.it/
e-mail: a.gallerini[at]gmail.com

  • Prossimi concerti:
  • nessun concerto in programma

Questa pagina è stata visualizzata 1674 volte

Bookmark and Share