Droning Maud "The world of make believe"
di Elisabetta Gaeta

Droning Maud - The world of make believe In "The World Of Make Believe", CD che contiene sette pezzi, i Droning Maud riescono a riproporre, riattualizzandole, sonoritÓ che riecheggiano virtuosismi musicali anni '80, echi di duraniana memoria intrisa di rock elettronico molto vicino ad un perduto, ma oggi riscoperto, Battiato. Il ritmo incalzante richiama profonditÓ appartenute giÓ ai Bluvertigo e agli Oasis.

L'ascolto di questo lavoro, prodotto in collaborazione con l'associazione Progetto Musica e Udu Records, corre veloce in una simbiosi di arcane melodie che affondano la loro origine in pensieri nostalgici. Lo stile metal del gruppo, rigorosamente made in Italy, nel brano "No sooner said than done" si avvicina ai REM, mentre in quello successivo segue l'incipit alla Bono Vox.

Passando per gli U2 fino ad arrivare al synth-pop britannico dei Depeche Mode, pop rock e new wave della band emergono dalle rocambolesche vibrazioni di chitarra e batteria che si espandono insieme a sonoritÓ pi¨ dolci e melodiche, fino a sconfinare in una dimensione dark. Qui, ritmo e variazioni musicali si fondono per dare vita ad una melodia originale, capace di suscitare emozionate emozioni, tanto che la traccia "In the beginning was the end" potrebbe candidarsi per essere scelta come colonna sonora di un film.

Voto: 7,5 / 10 Voto: 7,5 / 10

Tracklist:
01. Call to arms
02. Bijou
03. Usual old box
04. No sooner said than done
05. In the beginning was the end
06. This list is subject to change
07. When you keep them all together

Etichetta: Udu Records
Anno: 2009
Sito internet: http://www.myspace.com/droningmaud

  • Droning Maud
  • Droning Maud
  • Droning Maud
  • Droning Maud
  • Droning Maud

Questa pagina Ŕ stata visualizzata 2458 volte

Bookmark and Share