TBH "L'Indescrivibile Alle Parole"
di Massimo Giuliano

TBH - L'Indescrivibile Alle Parole È piacevole, molto piacevole ascoltare "L'indescrivibile alle parole" dei monzesi TBH, che segue di due anni "Tutti contro Bob".
In questo nuovo lavoro, che entra sotto pelle ascolto dopo ascolto, c'è un bell'equilibrio di chitarre sporche e chitarre più lievi, unito ad echi new wave e alla voce melodiosa di Tatiana Fumagalli.

Elementi classici di un positivo rock underground, con qualche piccola incursione in sonorità elettroniche, come nel caso de "L'importanza di ricordare" e "Le coperte nel parco". E se tutto ciò da un lato può lasciare in bocca, almeno inizialmente, un retrogusto strano (una sottile impressione di già sentito), dall'altro piace e convince perché risulta subito evidente che si tratta di musica di buona fattura, genuina, suonata dunque con il cuore e senza preoccuparsi di logiche commerciali che oggi troppo spesso inquinano il mercato.

Una musica priva di centimetri contati e trovate predefinite a tavolino, carica di un'urgenza imprevedibile e inafferrabile, di cui "Ho indossato la giacca" è un esempio lampante. Fa da contraltare la dolcezza evocativa de "L'immobilità del silenzio", ballad ricca di suggestione e arricchita dal tocco delicato della chitarra acustica. Stesso discorso, ma in tono leggermente minore, per l'iniziale "Fiori", con un pianoforte che cerca di sfiorare il brivido.

Testi riusciti, poetici, come in "Aprile" ("Lacerazioni sottili segnano il bianco nell'anima come un quadrato di tela") e nella già citata "L'importanza di ricordare" ("Presenze troppo statiche nella mia mente labile, vuoti, lacune isteriche nella mia vita stabile").
Il CD, uscito lo scorso 2 maggio, è stato interamente scritto, suonato e prodotto dalla band, con la produzione artistica di Lorenzo Caperchi: anche per questo si può sostenere che le 9 tracce della scaletta rappresentino appieno i TBH attuali.

In definitiva, però, sia per la specifica caratterizzazione del sound, sia per il generale intento non commerciale del progetto, consigliamo l'ascolto solo agli appassionati del settore, quelli che sono già addentro ad un certo tipo di scenario.

Voto: 6,5 / 10 Voto: 6,5 / 10

Tracklist:
01. Fiori
02. Come
03. Aprile
04. L'Importanza Di Ricordare
05. Le Coperte Nel Parco
06. Ho Indossato La Giacca
07. Aspetterò
08. L'immobilità Del Silenzio
09. If You Come To Me

Etichetta: Jestrai / Venus
Anno: 2005
Sito internet: http://www.tbh.it

  • TBH
  • TBH
  • TBH
  • TBH
  • TBH

Questa pagina è stata visualizzata 2450 volte

Bookmark and Share